roccocò napoletani
ammorbidirli bagnandoli in un buon passito,vermut,amaretto di saronno,ecc... l Roccocò è sicuramente uno dei biscotti più duri della pasticciera napoletana. il suo nome derivi dal francese ‘rococo‘ che significa, appunto, roccia artificiale.
Difficoltà:
Bassa
Preparazione:
30 min
Dosi per:
2 persone
IngredientiQuantità
farina debole500 g
zucchero500 g
mandorle grezze500 g
acqua calda200 g
ammoniaca per dolci o lievito per dolci2 g 4 g
pisto napoletano10 g
per finitura
tuorlo1
latte20 g
pisto napoletano =miscela di spezie fra cui cannella,chiodi di garofano,noce moscata,coriandolo,noce moscata ,anice stellato o pepe
Tostare le mandorle grezze nel forno a 150 °C modalita statico per circa 10 minuti,lasciare raffreddare
scaldare l,acqua e portarla a un lieve bollore
nella ciotola della planetaria versare farina ,ammoniaca o lievito,zucchero e pisto , con la foglia  mescolare bene  le polveri  
versare l,acqua calda a filo fino ad esaurimento
spolverare leggermente con della farina il piano di lavoro ,trasferire l,impasto che sara piuttosto appiccicoso ,infarinare le mani e incorporare le le mandorle tostate.
creare un filone e tagliare porzioni di circa 80 g .
formare dei salsicciotti  dal diametro di circa 1,5 cme chiudere ad anello formando i roccocò
trasferire i roccoco su una teglia rivestita  di carta massimo sei pezzi  e ben distanziati 
miscelare  il tuorlo con il latte e spennellare delicatamente 
infornare a 200°C modalita statico per circa 20 minuti in forno gia caldo
se si preferisce piu "duri" dopo i 20 minuti passare in modalita ventilata per 3-4 minuti


Commenta la ricetta
Per offrirti un'esperienza di navigazione sempre migliore questo sito utilizza anche cookie di partner selezionati.Scorrendo o cliccando acconsenti all’uso dei cookie.[leggi di più]
Powered by